• Test di lingua

    Test di lingua


Test Italiano



Geben Sie Ihre Daten ein
Inserite i vostri dati
Insert your data



Vorname / Nome / Name(*)

Valore non valido

Nachname / Cognome / Surname(*)

Valore non valido

Email(*)

Valore non valido

Telefon / Telefono / Phone(*)

Valore non valido

Steuernummer / Codice fiscale / Tax code(*)

Valore non valido

Verwendung personenbezogener Daten
Trattamento dati personali
Personal data processing(*)

Valore non valido


Selbstbeurteilung / Autovalutazione / Self-assessment



Bevor Sie den Test machen, versuchen Sie sich selbst zu bewerten. Füllen Sie dazu im Raster der Selbstbeurteilung die entsprechenden Felder aus. Raster zur Selbstbeurteilung
Prima di fare il test provate ad autovalutarvi. Guardate la grglia di autovalutazione e compilate i campi corrispondenti. Griglia di autovalutazione
Before doing the test you can try to evaluate yourself. Look at the self-assessment grid and fill in the correspondent field. Self-assessment grid



Verstehen / Capire / Understanding


Horen / Ascoltare / Listening(*)

Valore non valido

Lesen / Leggere / Reading(*)

Valore non valido


Sprechen / Parlare / Speaking


An Gesprächen teilnehmen
Partecipare a una conversazione
Spoken interaction(*)

Valore non valido

ZusammenShängend sprechen
Parlare in modo coerente
Spoken production(*)

Valore non valido


Schreiben / Scrivere / Writing


Schreiben / Scrivere / Writing(*)

Valore non valido


Sehr geehrte(r) Nutzer(in),
der Einstufungstest, den wir Ihnen vorlegen, erlaubt es Ihnen, das Kompetenzniveau der Sprache zu ermitteln, welche Sie erlernen und vertiefen wollen – dies dann, wenn Sie in einen Kurs von AZB eingeschrieben sind, andernfalls wir Sie bitten, Kontakt mit unseren Büros aufzunehmen.
Dieser Test baut auf den Richtlinien des Europarates für Fremdsprachen-Didaktik und Sprachzertifizierung auf. Der Test prüft nicht nur Ihre Sprachkenntnisse, sondern wird es uns ermöglichen, Sie dem geeignetsten Kurs zuzuordnen, damit Sie die Sprache in bestmöglicher und motivierender Weise erlernen können, nach einer auf Sie zugeschnittenen Methode.
Der Test ist in mehrere Niveaus unterteilt, die vom einfachsten bis zum anspruchsvollsten reichen. Beginnen Sie mit dem ersten Teil und halten Sie inne, wenn es Ihnen angebracht erscheint. Sorgen Sie sich nicht, wenn Ihnen die Testaufgaben lang oder schwierig erscheinen. Es ist nicht erforderlich, dass Sie alles verstehen, Sie müssen lediglich die meist sehr einfachen Schlüsselwörter begreifen, die Sie benötigen, um den Test abzuschließen.
Denken Sie daran, dass es nicht notwendig ist, alle Fragen zu beantworten. Wenn Sie Zweifel haben, gehen Sie ruhig zu den nächsten Fragen über und hören Sie jedenfalls auf, wenn Sie realisieren, dass das Niveau Ihre Fähigkeiten übersteigt. Berücksichtigen Sie diesbezüglich auch Ihre Selbsteinschätzung.
Für die Niveaus A1 und A2 stehen die Testabwicklungs-Anleitungen in Deutsch, Italienisch und Englisch zur Verfügung.
Wir danken Ihnen für die Zeit, die Sie diesem Test widmen und versichern Ihnen, dass er keinen Zeitverlust, sondern eine ausgezeichnete Investition in Ihr zukünftiges Lernen bedeuten wird.
Wir heißen Sie herzlich willkommen in der Welt von AZB by Cooperform und wünschen viel Spaß bei dieser Ihrer ersten Erfahrung mit unserer Arbeitsmethode!

Das Team von AZB by Cooperform

Anleitung:
1. Lesen Sie die Fragen und entscheiden Sie, welche Lösung korrekt ist.
2. Der Test muss ohne jegliche Hilfe und Hilfsmittel abgewickelt werden.
3. Die Zeit, die Ihnen zur Verfügung steht, ist auf 50 Minuten begrenzt. Sie können den Test auch vor Ablauf der 50 Minuten durch Klicken auf „SUBMIT“ beenden.

Gute Arbeit!

Gentile utente,
il test d'ingresso che Le presentiamo ha lo scopo di permetterLe di definire il Suo livello di conoscenza della lingua che intende studiare e approfondire, questo solo nel caso in cui Lei fosse iscritto ad un corso AZB by Cooperform altrimenti la preghiamo di prendere contatto con i nostri uffici.
Questo test è costruito secondo le direttive del Consiglio d’Europa in materia di didattica dell’insegnamento delle lingue straniere e di certificazione. Il test non vuole semplicemente valutare le Sue conoscenze linguistiche, ma ci permetterà di inserirLa nel corso più adatto, in modo che Lei possa apprendere la lingua nel modo più efficace e motivante, seguendo un metodo che Le sia congeniale.
Il test è articolato su diversi livelli, che vanno dal più semplice al più impegnativo. Cominci dalla prima parte e si fermi quando Le sembra opportuno. Non si preoccupi se i testi Le sembrano lunghi o difficili. Non è necessario che Lei comprenda tutto, basta che riconosca le parole chiave, di solito molto semplici, che Le servono per completare il test. Si ricordi anche che non c'è bisogno che risponda a tutte le domande. Se ha qualche dubbio, passi tranquillamente alle domande successive e comunque si fermi quando si rende conto che il livello è troppo alto rispetto alle Sue competenze. Faccia riferimento anche alla Sua autovalutazione.
Ai livelli A1 e A2 le istruzioni per svolgere il test sono in tedesco, italiano e inglese. La ringraziamo del tempo che dedicherà a questo test e Le assicuriamo che non sarà tempo perso, ma un ottimo investimento per il Suo futuro apprendimento.
Le auguriamo il benvenuto nel mondo di AZB by Cooperform e buon divertimento in questa Sua prima esperienza con il nostro metodo di lavoro!

Il team di AZB by Cooperform

Istruzioni:

1. Legga i quesiti e decida quale soluzione è corretta.

2. Il test deve essere fatto senza alcun aiuto e senza sussidi didattici!

3. Il tempo a disposizione è di massimo 50 minuti. Può terminare anche prima del trascorrere dei 50 minuti cliccando sul tasto “SUBMIT”.

Le auguriamo buon lavoro.

Dear user,
This test we are proposing you has the goal to assess your knowledge of the language you intend to study. If you are not enrolled in an AZB by Cooperform course, please contact our office.
This test is structured in accordance with the Council of Europe's directives concerning foreign language teaching and certification. The test does not simply have the aim to verify your language knowledge: it will also enable us to enroll you into the course which is the most suitable for you, allowing you to learn in a more efficient and motivating manner.
The test is divided into different levels, ranging from the most simple to the most complicated one. Please start from the first part, and feel free to stop when you deem it necessary. Do not worry if the texts may look long or difficult to you. You do not need to understand every single word – just recognize the key ones: they are the simpler ones, and they allow you to complete the test with more ease. Please remember also that you do not need to answer all questions. If you have too many doubts about a question, skip to the next one. Please feel free to stop your test when you realize that the level is getting too high for your competences. In this case, please take into consideration the self-evaluation you made at the beginning of the enrollment process.
At the A1 and A2 levels, instructions on test completion are in German, Italian, and English. We would like to thank you in advance for the time you will dedicate to this test, and we can assure you that it will be a profitable investment on your learning path.
We are glad to welcome you at AZB by Cooperform and are confident you will enjoy this first experience with our learning method.

The AZB by Coopeform team

Directions:
1. Read the questions and decide which answer is the correct one
2. The test must be taken without any external help: please rely on your personal knowledge only!
3. The time available is 50 minutes. You can finish earlier by clicking on the button "SUBMIT".

Good work!



A1



Parte 1. Lettura



1) Lesen Sie die folgenden Texte. Entscheiden Sie, welche Anzeigen als Thema die Musik haben.
Leggete gli annunci seguenti. Decidete quali annunci hanno come tema la musica.
Read the following texts. Decide which of them are about music.


1.1 - Celti e teatro – Sextum Celtica, musica e cultura irlandesi: il 20, 21, 27 e 28 giugno. La Pita d'Oro, prima rassegna di teatro di strada: il 10, 11, 17, 18 e 24 luglio

Valore non valido

1.2 - Barche a remi - Derby sul lago – Scatta questa sera la prima sfida di barche a remi tra Lecco e Como. Organizzata dalle società canottieri di Lecco, Como, Cernobbio, Lezzeno, Mandello e Moltrasio, la gara si svolgerà nel Golfo di Lecco. Alle 20.30 la prima regata, il quattro di coppia femminile, seguita dall'otto maschile. Tra i campioni, Federico Gattinoni, Carlo Fuina e Luca Castagna.

Valore non valido

1.3 - Festa medievale a Soncino – Nel Cremonese, a Soncino, sabato 21 si rinnoverà l'appuntamento con la suggestiva rievocazione storica nella Rocca Sforzesca, con musiche suonate sugli strumenti originali.

Valore non valido

1.4 - Serata brasiliana – Al Civico Museo il Concerto d’estate del 28 giugno sarà all'insegna del Brasile: musica colta e capoeira.

Valore non valido

1.5 - Dopo l'aperitivo visita al museo – Il Museo Bagatti Valsecchi rimarrà aperto di sera. Dopo un aperitivo servito nei cortili del palazzo ottocentesco è possibile visitare il museo con le sue collezioni.

Valore non valido


2) Lesen Sie die folgenden Anzeigen. Wählen Sie die Anzeigen aus, die Sie brauchen, wenn Sie an einer Wohnung interessiert sind:
Leggete gli annunci seguenti. Scegliete l'annuncio che vi interessa se volete un appartamento:
Read the following advertisements. Choose the advertisment that interests you most if you want a flat:
A) con garage
B) con giardino
C) con terrazza
D) in centro
E) molto tranquillo


2.1 - Andriano – in nuova palazzina appena ultimata appartamento mq 105 al piano terra con giardino di proprietà di mq 90. Ottima esposizione. Soggiorno, cucina abitabile, n. 3 stanze letto, bagno finestrato, ripostiglio. Euro 296,00

Valore non valido

2.2 - Via Mendola – prime prenotazioni di unità abitative ottimamente rifinite con materiali di grande pregio, in elegante palazzina di soli 3 piani in fase di costruzione. Appartamenti con 2 o 3 stanze letto con ampie terrazze abitabili. Tutti termoautonomi e di rispettivi mq 92 – mq 125 – mq 112.

Valore non valido

2.3 - Novità! Maia Alta in complesso residenziale nel verde e totale tranquillità, appartamento al piano terra di mq 70, composto da grande soggiorno/pranzo, cucina, 1 stanza letto, 2 bagni, euro 180,780.

Valore non valido

2.4 - Via N. Sauro grazioso appartamento al terzo piano, mq 73 , ben esposto e composto da soggiorno/pranzo, 2 stanze letto, 2 bagni. Garage. Euro 265,975.

Valore non valido

2.5 - VIA RENA, zona centralissima, attico doppio ingresso, soggiorno/tinello, due camere, biservizi, cucina. Trattativa riservata.

Valore non valido






Parte 2. Lessico e strutture grammaticali



3) Lesen Sie den folgenden Brief und entscheiden Sie, welche Wörter einzusetzen sind.
Leggete la seguente lettera e decidete quale parola inserire.
Read the following letter and decide what words to put in the spaces.



Caro Marco,
ti scrivo (3.1) Firenze, dove sono da due settimane. Studio (3.2) italiano la mattina e il pomeriggio visito la città, che (3.3) bellissima! La sera (3.4) a teatro o al cinema. Mi diverto moltissimo!
Tanti (3.5)
Piergiorgio


3.1

Valore non valido

3.2

Valore non valido

3.3

Valore non valido

3.4

Valore non valido

3.5

Valore non valido


4) Lesen Sie den folgenden Brief und entscheiden Sie, welche Wörter einzusetzen sind.
Leggete la seguente lettera e decidete quale parola inserire.
Read the following letter and decide what words to put in the spaces.



Ciao Pina,
come (4.1) ? Io sono (4.2) Palermo per lavoro e rimango qui circa (4.3) mese. Sono contento di stare qui, perché la gente è (4.4) simpatica e gentile. Tu (4.5) fai?
Arrivederci a presto
Roberto


4.1

Valore non valido

4.2

Valore non valido

4.3

Valore non valido

4.4

Valore non valido

4.5

Valore non valido






Parte 3. Comunicazione



5) Lesen Sie die Sätzen von 5.1 bis 5.5. Lesen Sie dann die Sätze von A bis E und entscheiden Sie, was zusammengehört.
Leggete le frasi dal numero 5.1 al numero 5.5. Leggete poi le frasi dalla lettera A alla lettera E, e decidete quali vanno insieme.
Read the phrases from number 5.1 to number 5.5. Then read the phrases from letter A to letter E, and decide what phrases go together.


5.1 Come sta Giovanna?

Valore non valido

5.2 Di dove sei?

Valore non valido

5.3 Domani parto per Parigi

Valore non valido

5.4 Permesso?

Valore non valido

5.5 Quanto costa?

Valore non valido


6) Lesen Sie die Sätze von 6.1 bis 6.5. Lesen Sie dann die Sätze von A bis E und entscheiden Sie, was zusammengehört.
Leggete le frasi dal numero 6.1 al numero 6.5. Leggete poi le frasi dalla lettera A alla lettera E, e decidete quali vanno insieme.
Read the phrases from number 6.1 to number 6.5. Then read the phrases from letter A to letter E, and decide what phrases go together.


6.1. Che ore sono?

Valore non valido

6.2 Molte grazie!

Valore non valido

6.3 Oggi è il mio compleanno.

Valore non valido

6.4 Vieni in piscina con me?

Valore non valido

6.5 Quanti anni hai?

Valore non valido






A2



Parte 1. Lettura



7) Lesen Sie die folgenden Titel und die Aussagen. Entscheiden Sie welcher Titel zum Text gehört; wählen Sie aus den zwei Vorschlägen aus.
Leggete i titoli seguenti e gli annunci. Decidete quale titolo corrisponde a ogni testo, scegliendo-lo tra i due proposti.
Read the following headlines and texts. Decide which headline goes with which text, choosing from the two options given.


7.1 - Milano inospitale e triste? Un luogo comune da sfatare. La città durante il week end è ideale per una passeggiata alle Colonne di San Lorenzo, nella vitalità del quartiere Ticinese. La domenica mattina, invece, sapori e curiosità multietniche, tra le bancarelle di San Donato (metropolitana gialla). Milano è anche attiva sul fronte delle esposizioni.

Valore non valido

7.2 - Niente di più romantico di Venezia d’inverno: niente folla, tra le calli avvolte in una nebbiolina leggera che rende misteriosi anche i palazzi più famosi e riconoscibili. Fino al 9 gennaio, a Palazzo Grassi, la mostra Il Rinascimento a Venezia e la pittura del Nord ai tempi di Bellini, Dürer, Tiziano. Da non perdere lo stupefacente San Girolamo di Antonello da Messina, che arriva dalla National Gallery.

Valore non valido

7.3 - Santa Maria del Fiore, il Battistero, la Galleria degli Uffizi. Firenze offre talmente tante possibilità che è indispensabile partire con le idee chiare per non correre il rischio di vagare da un capolavoro all’altro, senza gustarne nessuno. Da non perdere, oltre ai classici, un giro al mercatino di San Lorenzo (aperto dal lunedì al sabato), una passeggiata tra le vetrine in via della Vigna Nuova e una visita alla Farmacia di Santa Maria Novella, dove comprare i saponi fatti come cent’anni fa.

Valore non valido

7.4 - Nel cuore di Spaccanapoli, alla Trattoria Campagnola (via dei Tribunali 47, tel. 081-459034) Giovanni Bufalino, a mezzogiorno, prepara la pasta in tutti i modi e le famose salsicce ai “friarielli”. Nello stesso locale si vendono olio, vino e pacchi di maccheroni, vermicelli e ziti di Gragnano.

Valore non valido

7.5 - PURISTI ROMAGNOLI Bologna, città di epicurei che sanno godersi la vita anche “al naturale”. Il Piccolo (via Riva Reno 114, tel. 051-236389) è il luogo d’incontro dei vegetariani che, dopo un lunch a base di sformato tofu e pizze integrali, vogliono fare scorte di prodotti biologici, dal vino al pane. al formaggio di pecora.

Valore non valido


8) Lesen Sie die folgenden Aussagen. Wählen Sie die Anzeige, die Sie interessiert, wenn Sie an einem Hotel interessiert sind mit
Leggete gli annunci seguenti. Scegliete l'annuncio che vi interessa se volete andare in un albergo con
Read the following advertisements. Choose the advertisement that interests you most if you want a hotel with
A) piscina
B) spiaggia privata
C) parcheggio
D) servizio spiaggia gratuito
E) prezzi speciali per famiglie


8.1 Cervia Hotel Schiller tre stelle.
Sauna, idromassaggio. Tutti comfort.
Speciali offerte famiglia. Bambino anche gratis.
tel. 0544.97.00.99 – www.hotelschiller.it

Valore non valido

8.2 Lido di Classe (Ra) Vicino Mirabilia Hotel Mirage tre stelle super.
Sul mare. Tutti comforts.
Vacanze all inclusive: bevande, animazione, servizio spiaggia gratis.
– tel. 0544.913.93.30 – www.hotel-mirage.it

Valore non valido

8.3 Milano Marittima Hotel Bellevue Beach,
4 stelle, direttamente sul mare, rinnovato e climatizzato.
Accesso diretto alla spiaggia privata, club, feste.
Colazione nel grande giardino – gastronomia buffet antipasti verdure, pasticceria.
Camere fronte mare climatizzate, balcone, TV da Euro 469,00 www.beachhotels.it

Valore non valido

8.4 Milano Marittima
Una vacanza quotata nell'esclusivo Notti Le Palme, prestigioso 4 stelle direttamente sulla spiaggia.
Grande piscina. Centro benessere.
20 camere massimo comfort.
Cucina di alto livello, grande carta dei vini. Offertissime luglio settimane promozionali 7 giorni paghi (offerta limitata tipologia camere)
www.premierhotels.it – tel. 0544. 4661

Valore non valido

8.5 Varazze – Albergo Grancolombo
019.93.32.72 – Albergo Vienna – 019.97.522 centrali, parcheggio.
Buffet colazione verdure.
Interpellateci!

Valore non valido






Parte 2. Lessico e strutture grammaticali



9) Lesen Sie den folgenden Brief und entscheiden Sie, welche Wörter einzusetzen sind.
Leggete la seguente lettera e decidete quale parola inserire.
Read the following letter and decide what words to put in the spaces.



Cara Antonella,
ti ringrazio molto (9.1) la tua lettera che mi (9.2) fatto veramente piacere. Era tanto (9.3) che non avevo tue notizie! E cosa (9.4) Filippo e Luca? Qui (9.5) tutto bene, vieni a trovarmi!
Ti abbraccio
Andrea


9.1

Valore non valido

9.2

Valore non valido

9.3

Valore non valido

9.4

Valore non valido

9.5

Valore non valido


10) Lesen Sie den folgenden Brief und entscheiden Sie, welche Wörter einzusetzen sind.
Leggete la seguente lettera e decidete quale parola inserire.
Read the following letter and decide what words to put in the spaces.



Buongiorno Grazia!
ti scrivo per dirti che (10.1) pochi giorni partirò (10.2) Roccaraso, dove starò (10.3) 31 luglio (10.4) 27 agosto. Ma dopo andrò a Formia, dalla zia Maria, dove mi fermerò (10.5) settimana. Vieni a trovarmi? Ti aspetto! Un bacione
Giorgiana


10.1

Valore non valido

10.2

Valore non valido

10.3

Valore non valido

10.4

Valore non valido

10.5

Valore non valido






Parte 3. Comunicazione



11) Lesen Sie die Sätze von 11.1 bis 11.5. Lesen Sie dann die Sätze von A bis E, und entscheiden Sie was einzusetzen ist.
Leggete le frasi dal numero 11.1 al numero 11.5. Leggete poi le frasi dalla lettera A alla lettera E, e decidete quali vanno insieme.
Read the phrases from number 11.1 to number 11.5. Then read the phrases from letter A to letter E, and decide what phrases go together.


11.1 Il suo biglietto, per favore.

Valore non valido

11.2 Non so dove posso comprare il libro di italiano.

Valore non valido

11.3 Scusi, sa dove c'è una fermata della metropolitana?

Valore non valido

11.4 Stasera vado a teatro.

Valore non valido

11.5 Ti è piaciuto il film?

Valore non valido


12) Lesen Sie die Sätze von 12.1 bis 12.5. Lesen Sie dann die Sätze von A bis E, und entscheiden Sie was einzusetzen ist.
Leggete le frasi dal numero 12.1 al numero 12.5. Leggete poi le frasi dalla lettera A alla lettera E, e decidete quali vanno insieme.
Read the phrases from number 12.1 to number 12.5. Then read the phrases from letter A to letter E, and decide what phrases go together.


12.1 Dove è andata Giulia?

Valore non valido

12.2 Andiamo in quel ristorante?

Valore non valido

12.3 Mi presti il giornale?

Valore non valido

12.4 L'esame è andato bene, sono stato promosso!

Valore non valido

12.5 Vuoi un po' di vino?

Valore non valido






B1



Parte 1. Lettura



13) Leggete gli annunci seguenti. Scegliete tra i dieci annunci, i cinque che vi interessano se volete …
A) ascoltare delle canzoni
B) ascoltare un concerto
C) ascoltare un'operetta
D) vedere degli strumenti musicali antichi
E) vedere dei quadri moderni


13.1 Si apre giovedì 24 luglio alle 17,30 alla Società Umanitaria di Daverio 7 la mostra iconografica storica "Tutti in carrozza... ritorna el Gamba de Legn", dedicata al famoso tram a vapore. Curata dalla Cooperativa Raccolto in collaborazione con la città di Castano Primo. Fino all'8 agosto. Ingresso gratuito.

Valore non valido

13.2 Galleria d'arte moderna e contemporanea - Quadri e sculture
Via San Tomaso
Orario 10 13, 15 18.45 feriali; domenica 10 18.45.
Ingresso € 8/6 (orari e prezzi variabili per le singole mostre)

Valore non valido

13.3 Teatro lirico "Giuseppe Verdi". Sala Tripovich e Politeama Rossetti (dall'( luglio al 9 agosto). XXXIV Festival internazionale dell'operetta. Biglietteria: ore 10- 19

Valore non valido

13.4 Museo civico della civiltà contadina
Corso Umberto 1, 63
Orario sabato 9.30 12.30 domenica 15.30 18.30.

Valore non valido

13.5 Teatro "Vittorio Gassmann", piazza Sant'Agostino (dal 10 luglio al 10 agosto), XXXVII Festival teatrale.

Valore non valido

13.6 Museo archeologico “P. Giovio"
Piazza Medaglie d'Oro 1
Orario: 9.30 12.30 e 14 17, festivi 10 13 (lunedì chiuso).
Ingresso € 2,50/1,30

Valore non valido

13.7 Quattro violoncelli sul Lago Maggiore. Musiche di Bach, Pachebel e Bizet eseguite dal quartetto di violoncelli Milano Cello. Il concerto ha inizio alle ore 21 di Mercoledì 13 Agosto nella Chiesa di San Bernardo.

Valore non valido

13.8 Parco dell'Acciaiolo (dall'11 al 29 luglio). Comici deliranti guerrieri. Rassegna internazionale di circoteatro.

Valore non valido

13.9 Antonella Ruggiero sulle orme della grande Amalia Rodriguez, di cui canterà le più belle canzoni. Le serate si terranno giovedì 24 luglio a Montemurlo (Prato), venerdì 25 a Pontedera (Pisa) e a Roma sabato 26.

Valore non valido

13.10 Musei civici Ala Ponzone
Museo Stradivariano e Civico Collezione di violini e altri strumenti ad arco.
Via Ugolani Dati 4
Orario: 9 18 feriali, 10 18 festivi (lunedì: chiuso). Ingresso E 8

Valore non valido


14) Leggete il testo seguente e le domande sul testo. Decidete quale è la soluzione corretta, scegliendola tra quelle proposte.



Da cameriere a nuovo re della lirica
Dalla trattoria di famiglia, dove serviva ai tavoli, al palcoscenico della Scala. Ma Ambrogio Maestri è rimasto "un campagnolo che ama la lirica" come dice lui. Per cantare, Ambrogio Maestri ha sempre cantato. I suoi genitori non erano troppo contenti, e neanche il nonno, cuoco, che aveva aperto la trattoria. Ma tutti gli amici gli chiedevano sempre di cantare, gli dicevano che era bravissimo, e lo hanno convinto a presentarsi alla Scala. L'impatto non è stato facile. Incredibile ma vero: Ambrogio non era mai entrato in un teatro! Gli piaceva l'opera, ma la ascoltava solo su vecchi dischi che c'erano in casa, così, da dilettante. Al massimo comprava qualche videocassetta per vedere come i cantanti si muovevano sulla scena. Ma non partecipava a concorsi, non si interessava del mondo della musica, non conosceva le riviste musicali.
Il suo destino però era segnato. In realtà Ambrogio era molto contento di servire ai tavoli e di aiutare i genitori, non aveva mai pensato di cantare in un teatro. Ma i clienti erano così entusiasti della sua voce, che l'idea pian piano gli è venuta. E così ha cominciato, semplicemente, senza aver studiato canto in un conservatorio, facendo tutto da solo. C'è stato solo un cantante, Umberto Gigli, che gli ha dato qualche suggerimento, che gli ha detto come muoversi e gli ha aperto la strada verso il successo. La fama però non ha cambiato Ambrogio, che è rimasto un semplice ragazzo di campagna, che frequenta i suoi vecchi amici e, dopo lo spettacolo, va a casa dai suoi genitori, Anzi, quando ha una serata libera, si mette ancora a servire ai tavoli e solo quando ha finito ricomincia a cantare per i clienti. Come ai bei tempi.

Ambrogio Maestri


14.1

Valore non valido

14.2

Valore non valido

14.3

Valore non valido

14.4

Valore non valido

14.5

Valore non valido






Parte 2. Lessico e strutture grammaticali



15) Leggete la seguente lettera e decidete quale parola inserire.



Carissima,
ho una notizia sensazionale (15.1) darti: ci sposiamo! Abbiamo anche (15.2) la data: sabato 29 aprile. Non vedo (15.3) che arrivi quel giorno! Se (15.4) libera, mi (15.5) tantissimo piacere averti con me a dividere la mia gioia.
Fammi sapere, un abbraccio - Benedetta


15.1

Valore non valido

15.2

Valore non valido

15.3

Valore non valido

15.4

Valore non valido

15.5

Valore non valido


16) Leggete la seguente lettera e decidete quale parola inserire.



Gentili Signori,
vorrei frequentare un corso di italiano (16.1) la vostra scuola. (16.2) ancora posti liberi per il corso di conversazione? Vorrei anche sapere (16.3) poteste occuparvi voi di trovarmi una camera, in un albergo o in una famiglia, per poter parlare italiano anche (16.4) il fine settimana.
Sperando di ricevere (16.5) una vostra risposta, vi invio molti saluti - Romolo R.


16.1

Valore non valido

16.2

Valore non valido

16.3

Valore non valido

16.4

Valore non valido

16.5

Valore non valido






Parte 3. Comunicazione



17) Leggete le frasi dal numero 17.1 al numero 17.5. Leggete poi le frasi dalla lettera A alla lettera E, e decidete quali vanno insieme.


17.1 Hai già visto il figlio di Giuseppe e Stella?

Valore non valido

17.2 Mi scusi, sa dirmi dov'è via Dante?

Valore non valido

17.3 Sto cercando la professoressa, sai dov'è?

Valore non valido

17.4 Ti sei iscritto già al corso di italiano?

Valore non valido

17.5 Vai alla festa di Salvatore domani sera?

Valore non valido


18) Leggete le frasi dal numero 18.1 al numero 18.5. Leggete poi le frasi dalla lettera A alla lettera E, e decidete quali vanno insieme.


18.1 Giochi a tennis?

Valore non valido

18.2 Oggi faccio l'esame.

Valore non valido

18.3 Non ti sembra che ci sia corrente?

Valore non valido

18.4 Quando ci vediamo?

Valore non valido

18.5 Sei già andata a Venezia?

Valore non valido






B2



Parte 1. Lettura



19) Leggete il testo seguente e le domande sul testo. Decidete qual è la soluzione corretta, scegliendola tra quelle proposte.



Vita vissuta: Vivere su una sedia a rotelle
Mi chiamo Lorenza, ho quarant'anni, sono un'insegnante che crede profondamente nella bellezza del proprio lavoro. Sono malata ormai da molti anni, ma ho sempre potuto fare una vita indipendente. Purtroppo, circa un anno fa, l'aggravarsi della mia malattia mi ha condotto su una sedia a rotelle. Qual è stata la mia reazione? Non riesco a dirlo, non ci sono parole. Mi vergognavo, volevo rinchiudermi in casa, smettere di lavorare, perché le difficoltà sono tantissime, a cominciare da quelle economiche: il trasporto di un disabile è costoso. Ma la mia autonomia sono i miei cari: hanno pazienza, inventiva e riescono a farmi andare dappertutto. Con intelligenza e amore, costruiscono ponti per farmi arrivare dove da sola non potrei più.
Ma è stato tutto così difficile che se ci fosse stata un po' d'insofferenza nella scuola in cui lavoro, mi sarei arresa. Invece ho trovato nel preside, nei colleghi e in tutto il personale sollecitudine e impegno a risolvere anche il più piccolo dei miei problemi pratici. Ma un'insegnante disabile rimane un fatto raro. Inizialmente ero in crisi, rimanevo in aula durante l'intervallo, tendevo a nascondermi, non volevo parlare con nessuno. Pian piano, grazie alla cortesia di molti altri insegnanti, il mio coraggio si è rafforzato. Oggi chiacchiero con tutti, giro per le aule e i corridoi, sono osservata in un clima di ritrovata normalità. Nel mio istituto ci sono 400 ragazzi, dai 14 ai 19 anni, e non ce n'è uno che non si fermi ad aprirmi la porta o a chiedermi se ho bisogno di una mano. Se ripenso ai giorni della disperazione...
Ma ecco il punto: io che sono disabile posso capire i problemi degli altri. In Italia, da mesi, lo Stato sta riducendo drasticamente il numero degli insegnanti di sostegno, quelli che aiutano l'integrazione degli handicappati in classe. E si parla di nuovo di "scuole speciali". Le conseguenze saranno gravi. I primi a soffrirne, quelli che avranno più problemi, saranno gli alunni portatori di handicap. Forse, non rinunceranno subito alla scuola, ma presto la mancanza del sostegno professionale adeguato getterà nel caos docenti e compagni di classe. E il disagio costringerà i disabili a ricorrere a istituti privati e a scuole speciali, dove saranno con altre persone handicappate. E non disturberanno nessuno.
Poveri loro, quel giorno! Ma poveri anche i nostri figli. Privati della possibilità di confrontarsi con la diversità, difficilmente diventeranno uomini e donne capaci di andare oltre l'apparenza. Avranno un'occasione in meno per scoprire la ricchezza interiore, la propria e quella altrui. Si ritroveranno più poveri, e anche questo è un handicap. Ci sarà un'atmosfera forse più omogenea, ma secondo me la qualità del lavoro svolto in classe non migliorerà affatto, non si lavorerà né più in fretta, né meglio. E questo vale tanto per gli alunni quanto per gli insegnanti.
Non posso dire che in Italia non ci siano dei progressi, che la situazione dei disabili non venga considerata. Sono sempre di più le città che eliminano progressivamente le barriere architettoniche, che organizzano mezzi di trasporto, forme varie di aiuto. Sul lato pratico si è fatto molto. Ma le barriere morali rimangono tutte, i portatori di handicap vengono sempre visti come dei diversi, che gravano sulla società dei sani, come un onere. I disabili vengono segregati, invece di venire integrati. Ma in questo modo sarà la società stessa a venire danneggiata, perché chi segrega si ritroverà, prima o poi, segregato quando l'età o qualche problema di salute lo renderanno meno "normale".


19.1 Lorenza racconta che

Valore non valido

19.2 Nella scuola in cui insegna, Lorenza

Valore non valido

19.3 Secondo Lorenza, se lo Stato toglierà dalle scuole gli insegnanti di sostegno

Valore non valido

19.4 Lorenza pensa che non avere più disabili in classe

Valore non valido

19.5 Lorenza è dell'opinione che in Italia

Valore non valido


20) Leggete i testi dal numero 20.1 al numero 20.5 e completateli con le frasi dalla lettera A alla lettera E.


20.1 Dal 25 al 31 agosto i migliori musicisti di strada si danno appuntamento a Ferrara. Per una settimana tutto fa musica: dalle orchestrine dixieland alle arpe celtiche, dalle seghe di boscaiolo ai campanacci di mucca, fino ai bicchieri di cristallo.

Valore non valido

20.2 A Cortemilia, in provincia di Cuneo, dal 23 al 31 agosto, è di scena “La Sagra della Nocciola”, una vetrina di quanto di meglio offrono le colline delle Langhe. Non solo nocciole, ma anche formaggi, vini, folklore e tradizioni.

Valore non valido

20.3 Sono assolutamente banditi aglio, cipolla e sedano. Obbligatori invece guanciale e pecorino, ma solo se prodotti ad Amatrice. Inoltre occorrono pomodori di buona qualità e poi spaghetti, tutt’al più bucatini.

Valore non valido

20.4 Gli ingredienti sono quelli di una serata di successo. Il protagonista, prima di tutto, il grande violinista Salvatore Accardo che, accompagnato dall’ Orchestra della Camera Italiana, suonerà nell’ambito della rassegna “I suoni delle Dolomiti”.

Valore non valido

20.5 “Di solito si parte dalla voglia di fare un disco, lo si progetta e, di conseguenza, se ne creano i brani. Questa volta no. Tutto è venuto naturalmente, senza altre finalità, se non quella di esprimere quello che sentivo dentro, così, spontaneamente…” racconta Dodi Battaglia, una vita trascorsa con i Pooh e una passione sempre viva per il suo strumento, la chitarra.

Valore non valido


A - La vera pasta all’amatriciana, in corsa per il marchio di autenticità, già ottenuto dal pesto genovese, non ha bisogno d’altro.



B - La rassegna si apre con la “Passeggiata eno-gastronomica” lungo le vie del paese e prosegue con serate danzanti, giochi, animazioni per bambini e iniziative speciali come “Profumi di nocciola”, una fiera nella fiera dove i maestri pasticceri metteranno a disposizione tutta la loro arte.



C - Nelle piazze, nelle strade e nei vicoli della città saranno presenti a far musica quasi 700 artisti provenienti da 30 nazioni diverse.



D - Poi, la scenografia: San Martino di Castrozza e la Foresta dei Violini nel Parco di Paneveggio, celebre per i suoi cervi, caprioli, volpi e aquile e per i suoi “abeti di risonanza”, utilizzati dai liutai di tutto il mondo per costruire strumenti ad arco, sin dai tempi di Stradivari.



E - Da questo amore, incentrato sulla tecnica e la composizione chitarristica, nasce oggi questo album tutto strumentale con dieci brani melodici ed evocativi che il musicista bolognese ha inciso da solo.







Parte 2. Lessico e strutture grammaticali



21) Leggete la seguente lettera e decidete quale parola inserire.



Lettere al direttore
Caro direttore,
sono un ragazzo di 27 anni e le scrivo da un bellissimo paese di collina siciliano. Compro sempre il suo giornale e spero che lei (21.1) darmi un consiglio. Fino ad oggi non ho mai avuto una ragazza né un lavoro stabile e questa situazione sta (21.2) molto difficile la mia vita. Non ho più le sicurezze che una persona giovane dovrebbe avere. Ho il diploma di scuola media, ma non ho continuato a studiare. Ho preferito (21.3) a fare qualche lavoretto, quando (21.4) , nel campo dell'edilizia. Ma la disoccupazione in questo campo è tanta e possono passare dei mesi prima di trovare lavoro. Ci si sente (21.5) a rimanere a casa, ad aspettare che il tempo (21.6). Eppure io sono in (21.7) di fare molte cose, anche se non ho studiato. Mio padre mi dice sempre che la vita va vissuta per quello che è, e che le cose prima o (21.8) si aggiusteranno. Ma ogni giorno che passa è sempre uguale a quello che l'ha preceduto e io comincio a perdere la speranza. Non credo che (21.9) capace di continuare così per molto tempo. Un mio amico, che è andato a nord, mi ha detto che mi (21.10) aiutato a trovare lavoro, ma non l'ho più sentito.
Mi risponda, per favore, così so che qualcuno ha pensato a me
Fabio, prov. Catania


21.1

Valore non valido

21.2

Valore non valido

21.3

Valore non valido

21.4

Valore non valido

21.5

Valore non valido

21.6

Valore non valido

21.7

Valore non valido

21.8

Valore non valido

21.9

Valore non valido

21.10

Valore non valido






Parte 3. Comunicazione



22) Leggete le frasi dal numero 22.1 al numero 22.5. Leggete poi le frasi dalla lettera A alla lettera E, e decidete quali vanno insieme.


22.1 Che cosa mi dici del tuo progetto?

Valore non valido

22.2 Devo proprio andare a fare la spesa, andiamo insieme?

Valore non valido

22.3 Dovrei chiederti un grosso piacere...

Valore non valido

22.4 Non posso proprio accompagnarti, mi dispiace.

Valore non valido

22.5 Ti basta se ti mando il fax domani?

Valore non valido


23) Leggete le frasi dal numero 23.1 al numero 23.5. Leggete poi le frasi dalla lettera A alla lettera E, e decidete quali vanno insieme.


23.1 Come va il nuovo lavoro?

Valore non valido

23.2 Come rimaniamo?

Valore non valido

23.3 Le sue stampe? Non sono ancora arrivate.

Valore non valido

23.4 Non ho ancora deciso che cosa fare quest'estate.

Valore non valido

23.5 Sai per caso se Luigi è già qui?

Valore non valido






C1



Parte 1. Lettura



24) Leggete il testo seguente e le domande sul testo. Decidete quale è la soluzione corretta, scegliendola tra quelle proposte.



Eleonora Duse, i trionfi e la solitudine
Fin dagli esordi, la vita intraprese con Eleonora Duse un implacabile gioco: dava con una mano e con l'altra toglieva. Successi, ricchezza e amori, ma anche drammi, povertà e abbandono. In questa chiave va letta tutta la sua tormentata vicenda umana. Figlia d'attori, la Duse ha il suo primo ruolo da protagonista a soli dodici anni nella Francesca da Rimini di Silvio Pellico, ma solo perché la madre si ammala all'improvviso, prima avvisaglia di una fine vicina. La sorte conduce quindi Eleonora giovanissima sul palcoscenico, ma intanto le sta portando via il suo affetto più caro. E conduce il gioco fino in fondo: l'attrice vede il suo primo grande trionfo nel 1874, in una memorabile Giulietta scespiriana all'arena di Verona, oscurata dalla morte della madre. Le comunicano la notizia quando è ancora sul palcoscenico.
Quella di Giulietta segna una svolta nella carriera della Duse, allora sedicenne. Entra a far parte della compagnia di Giacinta Pezzana al Teatro dei Fiorentini a Napoli e dopo soli due mesi ottiene un trionfo come Ofelia, nell'Amleto. La sua sembra un'ascesa senza soste: gli applausi, i camerini pieni di fiori, la venerazione del pubblico, ma dietro, sempre in agguato, la sorte. A Napoli, dove ha numerosissimi amici nel mondo intellettuale, Eleonora conosce Martino Cafiero, brillante giornalista. La loro relazione presto diventa di dominio pubblico. Quando Eleonora però rimane incinta, Cafiero non vuole saperne e a poco a poco si allontana da lei, così come tutti gli altri esponenti del mondo intellettuale, che fino a poco prima l'aveva circondata di manifestazioni di amicizia. Le resta fedele solo Matilde Serao, che le sarà vicino anche dopo la morte del bambino, avvenuta subito dopo il parto.
Ma la sorte sta preparando altri trionfi, il gioco deve continuare. Fin da quell'acclamata Giulietta all'Arena di Verona, la Duse ribalta i canoni della recitazione di moda. Meglio, esclude i canoni cancellando con un colpo di spugna il concetto stesso di "ruolo", sovrapponendogli l'attrice, lei stessa. Non bellissima, abbigliata modestamente, mai truccata, con una voce spezzettata che arrochiva improvvisamente, Eleonora Duse ha sempre catturato il pubblico in forza della sua presenza sulla scena. Non ha mai fatto ricorso alle grandi entrate, alle quali si affidavano molte attrici del tempo, e di conseguenza a tutta la gestualità ampia, che detestava. Non si aggrappava ai tendaggi, ma riusciva a esprimere il dolore anche solo parlando a se stessa, la testa bassa sulle ginocchia. In una scena di forte tensione era capace di starsene in un angolo del palcoscenico, a girare e rigirare nervosamente la chiave di un mobile e a poco a poco tutti gli sguardi si indirizzavano su di lei e su quel gesto.
Questo modo di recitare, che aveva conquistato le platee di mezza Italia, conquista anche Torino, la prima tappa dopo l'infelice esperienza napoletana e la morte del figlio. La Duse si allontana dai classici scespiriani per avvicinarsi agli autori contemporanei (e questo la porterà inevitabilmente tra le braccia di D'Annunzio). Convince così il capocomico della compagnia Rossi, di Torino, ad affidarle il ruolo di protagonista nella Principessa di Bagdad, di Dumas figlio. Per la Duse è l'ennesimo trionfo: la fragile attrice minuta e pallida, a dispetto dei suoi ventitre anni, si affaccia di colpo all'Europa teatrale. L'Europa teatrale vuol dire in quel momento Sarah Bernhardt, regina della scena, fantasma del quale la Duse per molti anni non riuscirà sbarazzarsi, divisa tra rivalità e ammirazione, gelosia e rispetto. La segue, la spia, ma capisce di essere totalmente diversa e di dover continuare per la sua strada. Sono anni, quelli con la compagnia Rossi, di grande arricchimento artistico, al quale non corrisponde una vita privata altrettanto ricca. Eleonora sposa l'attore Tebaldo Cecchi, ma il matrimonio non funziona nonostante la nascita di una figlia. A unirli è soprattutto il lavoro: partono insieme per tournées in tutto il mondo, in Egitto, a New York, a Chicago, in Argentina. In Argentina avviene anche la loro separazione: Tebaldo decide di rimanere in Sud America. Quanto a Enrichetta, uscirà prestissimo dalla loro vita.
Ormai Eleonora vive soltanto per il teatro. A ventotto anni è capocomico, firma i contatti, assume gli attori. Dopo un'infelice relazione con Arrigo Boito, Eleonora pensa di aver finito con l'amore. Ma il più importante capitolo della sua vita deve ancora essere scritto. Gabriele D'Annunzio fu la pedina più importante della partita che la sorte aveva deciso di giocare con la vita di Eleonora. Per dieci anni, dal 1894 al 1904, l'esistenza dell'attrice fu legata a filo doppio a quella del poeta. Si incontrano a Venezia. Lui, di cinque anni più giovane, ha già una moglie, quattro figli, un numero imprecisato di amanti ed è un autore di successo. Lei è la più grande diva del mondo. Ma è anche un'artista insoddisfatta, sempre alla ricerca di nuovi testi e nuove parti, quelle che solo D'Annunzio sembra poterle dare. Da questa situazione nasce un rapporto anomalo e D'Annunzio, spirito grande e meschino, ne approfitta. Eleonora va in America a accantonare i fondi necessari all'allestimento de La città morta, torna e scopre che la parte è stata affidata alla sua grande rivale, Sarah Bernhardt. È solo la prima di una serie di delusioni: lei continua a lavorare per finanziare l'opera di D'Annunzio e per pagare i suoi debiti, lui la tradisce e la sfrutta. Il loro unico successo comune è la Francesca da Rimini, ma anche questo è dovuto più alla recitazione della Duse che al testo di D'Annunzio. L'attrice rimane comunque fedele al suo modo di recitare e riesce a dare severità e grazia anche ai testi ampollosi del poeta. L'allestimento della Francesca da Rimini le è comunque costato 400.000 lire di allora, ed Eleonora è costretta dalle difficoltà finanziarie a riprendere le tournées all'estero. I successi non si contano, ma a farne le spese, alla fine, è la forza fisica che a poco a poco l'abbandona. Finirà a morire a Pittsburgh, in una stanza d'albergo, assistita solo dalla fedele cameriera Nina.

Nel testo viene detto che


24.1 Eleonora Duse all'inizio della sua carriera

Valore non valido

24.2 nel periodo napoletano Eleonora Duse

Valore non valido

24.3 quando recitava Eleonora Duse

Valore non valido

24.4 mentre lavorava con la compagnia Rossi

Valore non valido

24.5 dopo aver conosciuto D'Annunzio

Valore non valido


25) Ricostruite il testo completando le frasi da 25.1 a 25.5 con le frasi dalla lettera A alla lettera E.



Europa a quattro teste
Nel 1920 ribattendo alle diffidenze suscitate in Francia dalla sua nomina a Ministro dell'Istruzione (dovute alla sua reputazione di "germanofilo"), Croce dichiarò:


25.1 In fatto di cultura io non mi sento...

Valore non valido

25.2 Considero che a quattro popoli principalmente...

Valore non valido

25.3 Di volta in volta ciascuno di questi popoli influì sugli altri, ...

Valore non valido

25.4 La Francia, per esempio, ...

Valore non valido

25.5 Negli ultimi tempi non si poteva più parlare della egemonia di uno di questi popoli sugli altri, ...

Valore non valido


A - e questa è storia che non si può mutare.



B - ricevette l'influsso italiano nel secolo XVI, quello inglese nel secolo XVII e quello germanico nel secolo XIX.



C - ma di un attivo scambio tra essi e di una vivace collaborazione, che formava appunto la vita spirituale europea e mondiale.



D - né solo francese né solo italiano, ma europeo.



E - si deve quella che si chiama cultura europea ed è divenuta, per la partecipazione degli altri popoli, cultura mondiale. A quattro popoli: Italia, Francia, Inghilterra, Germania.







Parte 2. Lessico e strutture grammaticali



26) Leggete la seguente lettera e decidete quale parola inserire.



Poveri pensionati
Mi rivolgo a Lei per (26.1) obiettivamente (26.2) se appartengo a un mondo di incompetenti o di illusi. Faccio da (26.3) a un vasto settore di pensionati veri che la pensione se la sono guadagnata con pesante e prolungata contribuzione durante la vita (26.4). Nessuno (26.5) dà per carità. Di tutto si parla oggi: età pensionabile, utilizzazione del Fondo di fine rapporto, ma mai (o poco) del dovere di corrispondere agli aventi diritto la pensione nella (26.6) che dovrebbe scaturire dall'aggiornamento rispetto (26.7) reale potere d'acquisto della moneta.
I pensionati sono un'élite della società, cittadini meritevoli della (26.8) considerazione, per i quali sarebbe bello istituire una "giornata del pensionato". Ma purtroppo molti cittadini vissuti in dignità nel periodo lavorativo vengono (26.9) per l'inesorabile perdita del potere d'acquisto. Non avrei mai immaginato che la mia vita (26.10) finita in questo modo.


26.1

Valore non valido

26.2

Valore non valido

26.3

Valore non valido

26.4

Valore non valido

26.5

Valore non valido

26.6

Valore non valido

26.7

Valore non valido

26.8

Valore non valido

26.9

Valore non valido

26.10

Valore non valido






Parte 3. Comunicazione



27) Leggete le frasi dal numero 27.1 al numero 27.5. Leggete poi le frasi dalla lettera A alla lettera E, e decidete quali vanno insieme.


27.1 Anna mi ha pregato di comunicare alla professoressa che non frequenterà il corso

Valore non valido

27.2 La lezione è stata annullata un'altra volta.

Valore non valido

27.3 Non so come ringraziarla.

Valore non valido

27.4 Se la sentirebbe di occuparsene lei?

Valore non valido

27.5 Sono veramente mortificato per quello che è successo.

Valore non valido


28) Leggete le frasi dal numero 28.1 al numero 28.5. Leggete poi le frasi dalla lettera A alla lettera E, e decidete quali vanno insieme.


28.1 Angelo ha preso finalmente una decisione?

Valore non valido

28.2 Che cosa facciamo di questi libri?

Valore non valido

28.3 Mi sembra che Maria abbia un sacco di tic.

Valore non valido

28.4 Stefania ha avuto lo sfratto.

Valore non valido

28.5 Hai visto che Gianluca, chiacchera chiacchera, ma poi non ha concluso niente.

Valore non valido


Fonti



B1



Da cameriere a nuovo re della lirica. Adattato da: Da cameriere a nuovo re della lirica, Corriere della Sera, 12 aprile 2001



B2



Annunci. Adattato da: Le pagine azzurre di Grazia, Grazia n. 31, 5 agosto 2003 e da L'agenda di agosto, Intimità n. 31, 7 agosto 2003
Vita vissuta: vivere su una sedia a rotelle. adattato da La vita su una sedia a rotelle, Famiglia Cristiana n. 27, 6 luglio 2003
Lettere al direttore. Adattato da: Ditelo a Rita della Chiesa - Un giovane scoraggiato, Intimità n. 31, 7 agosto 2003



C1



Eleonora Duse, i trionfi e la solitudine. Adattato da: Bini, Federico: Duse, la solitudine dietro il sipario, Corriere della Sera, 23 luglio 1987
Benedetto Croce e l'Europa. Adattato da: Bedeschi, Giuseppe: Europa a quattro test, Il Sole - 24 Ore, 27 luglio 2003
Poveri pensionati. Adattato da Diciamoci tutto, Lettere a Biagi. Sette, settimanale del Corriere della Sera, n. 30, 24 luglio 2003






ORARI DI APERTURA DEGLI UFFICI:
PIAZZA DUOMO 3 BOLZANO

  • Lunedì e Mercoledì 15.00 - 17.00
  • Martedì e Venerdì 10.00 - 12.00
  • Giovedì 10.00 - 13.30
VIA DELLE CORSE 147 MERANO
  • Da Lunedì a Venerdì 10.00 - 12.00
CON IL SUPPORTO DI:

pro bol

com bol

Questo sito utilizza cookies anche di terze parti. Navigando se ne accetta l'utilizzo.
Per saperne di più consulta la privacy & cookie policy.